fbpx

Naviga nel Mediterraneo alla scoperta di Katakalon e Olimpia

Una vacanza in Grecia durante una crociera Costa Luminosa nel Mediterraneo significa immergersi nella storia e nel mito di questa splendida terra. Katakolon è una piccola località costiera greca sulla baia di Agios Andreas, a soli 20 km di distanza dall’antico sito di Olimpia. Il porto accoglie le navi da crociera, con i turisti che possono beneficiare di questa porta d’accesso verso Olimpia, città che per oltre un millennio ha ospitato i più importanti giochi panellenici. Questi erano competizioni sportive a carattere sacro, che vedevano la partecipazione di tutte le città dell’Ellade. Una di queste, i Giochi Olimpici, ha poi dato ispirazione agli attuali giochi che ancora oggi appassionano milioni di abitanti al Mondo.

Il piccolo villaggio di Katakolon

Tornando a Katakolon, questo piccolo villaggio, si è sviluppato intorno al suo porto conservando il suo naturale paesaggio. La cittadina vive principalmente di pesca, oltre al turismo balneare e a quello crocieristico. Entrando nel porto, quello che vi colpisce sono le colline verdi che si ammirano all’orizzonte. Dal porto è possibile poi raggiungere il centro, attraverso una strada principale che offre una serie infinita di piccole botteghe artigianali, dove i turisti possono acquistare souvenirs e abbigliamento locale. Superando questa strada principale si arriva ad una piccola chiesa Ortodossa, dedicata al santo protettore della città, Agios Nikokas. Da vedere anche il Museum of Ancient Greek Technology, il museo dedicato all’antica tecnologia greca.

La città di Olimpia

Noleggiando uno scooter, potrete raggiungere in poco meno di 20 minuti la città di Olimpia. La città, oltre ad essere il luogo dove si svolgevano i giochi olimpici, che poi sono arrivati fino ai giorni nostri, è anche luogo di culto con tutti i resti venuti alla luce dopo gli scavi effettuati. Il famoso geografo ellenico Erastostene, che calcolò la circonferenza, inventò anche il sistema delle Olimpiadi, dandogli una cronologia fissa per il popolo greco. La prima Olimpiade si svolse nel 776 a.C., diventando un appuntamento importantissimo per la popolazione greca, sia a carattere sportivo che religioso, tanto che quando era il momento di disputarle si bloccava qualsiasi tipo di guerra in atto. Il sacro fuoco simboleggia le Olimpiadi. Questo viene acceso con la fiaccola olimpica, con un rito che ancora oggi nell’era moderna, viene fatto regolarmente.

Il parco di Olimpia

Il parco di Olimpia rappresenta l’attrazione principale della città. Qui è possibile ammirare le rovine del ginnasio e della palestra, la famosa scuola di lotta, che veniva usata da coloro che partecipavano alle Olimpiadi durante tutto il mese obbligatorio che precedeva la manifestazione. Alle spalle è possibile trovare Il Theokoleon, la residenza dei sacerdoti. Si tratta di un edificio con colonne e in uno dei suoi angoli è presente una chiesa bizantina. Al centro dell’Altis, invece, è collocato un grande tempio dorico dedicato a Zeus. Realizzato tra il 470 e il 456 a.C., questo tempio era grande come il Partenone di Atene. A confermare questa cosa, le colonne presenti sul posto, adagiate al suolo. Recuperate la maggior parte delle sculture, preziose come quelle ateniesi, che raffigurano Penelope durante la gara di carri, la lotta fra i Lapiti e i Centauri, e le fatiche di Ercole, e che si posso ammirare all’interno del museo.

Share this article

Leave a comment